Noi di Ecopassion vogliamo unire i due ambiti fondamentali: la natura e l’essere umano – con passione, agendo con coraggio per il cambiamento, apertura mentale e rispetto recipocro.

Con soluzioni semplici, ragionando con idee innovative a livello globale e azioni a livello locale abbiamo come obiettivo principale la sostenibilità, la qualità e e la soddisfazione dei nostri clienti

Grazie alla nostra passione per la canapa, abbiamo creato una rete di professionisti e persone che condividono la nostra passione e lavorano con entusiasmo per dare a questa preziosa pianta un posto degno nel mondo.

ALTO ADIGE

scopri di più

CBD EXTRACTS

scopri di più

COSMETICS

scopri di più

FOODS

scopri di più

HEMP HERBS

scopri di più

BUILDING

scopri di più

detergents

scopri di più

textile

scopri di più

agricolture

scopri di più

Hemp History

La canapa è una pianta con una lunga storia. Alcune testimonianze dimostrano che già 10.000 anni fa, in Cina, i semi gustosi e nutrienti e le fibre della pianta della canapa (Cannabis Sativa L.) svolgevano un ruolo importante. Anche l’utilizzo della canapa nella medicina ha radici molto antiche: l’imperatore Shen, nel 2737 a.c., documenta che la canapa può essere utilizzata come rimedio per malattie come la malaria o i reumatismi. La canapa è stata utilizzata come materia prima per la produzione di carta, corde, vele, sacchi e vestiti. La carta di canapa nota per la sua robustezza e durabilità fu usata per le banconote e per manoscritti importanti, anche la famosa bibbia di Gutenberg scritta nel XIV secolo è arrivata a noi in eccellenti condizioni. Gli anni della prima metà del XX secolo furono quelli del proibizionismo, nuovi materiali più economici nella lavorazione portarono la canapa, con le sue conoscenze, nel dimenticatoio. Riscoperta negli anni ’90, proprio per le sue molteplici qualità, la canapa sativa o chiamata anche industriale, venne di nuovo legalizzata e piano piano riportata agli allori che merita.

Company History

 Ecopassion: cronologia di un cammino

Ecopassion nasce nel 2012 dalla passione per la canapa e le sue innumerevoli qualità, con un ambizioso progetto di bioedilizia: costruire case in calce e canapa a chilometro zero. Molto presto Ecopassion scopre che la pianta può essere un’incredibile fonte in molti ambiti. La rigenerazione del suolo, nessun pesticida o diserbante necessario, le molteplici funzioni del seme e le proprietà cosmetiche spingono l’azienda ad avviare un percorso di sviluppo delle potenzialità di ogni parte della pianta di canapa.

Futuro ecologico

L’attenzione per l’ambiente che ci circonda e che ci accoglie per Ecopassion è una linea guida nel lavoro e nelle scelte che si compiono ogni giorno. L’obiettivo è rendere l’ecologia davvero conveniente, è per questo che ha scelto di produrre e lavorare con la pianta della canapa.

Biologico

L’impegno di Ecopassion è quello di garantire sempre la massima tracciabilità di tutte le componenti e di tutti gli ingredienti dei suoi prodotti. L’attenzione per la salute è la priorità da seguire sempre. La canapa è la nostra miglior alleata in questo percorso.

Cultura

Per raggiungere i suoi obiettivi, Ecopassion crede che sia fondamentale dover produrre un valore aggiunto non solo economico, ma anche e soprattutto culturale. Si impegna ogni giorno per alimentare una nuova prospettiva culturale da cui guardare e studiare la pianta di canapa.

L’azienda

Ecopassion nasce dalla passione per la canapa e le sue innumerevoli qualità. Nel 2012 Christoph Kirchler e Alexander Erlacher fondano l’azienda per sviluppare un ambizioso progetto di bioedilizia: costruire case in calce e canapa a chilometro zero. Calce, canapa e legno fanno già parte della tradizione alto atesina, assieme all’attenzione per abitazioni alternative ecosostenibili.

 

Canapa. Ma non è illegale? Si, ma anche no. Alexander Erlacher e Christoph Kirchler sono due veri sognatori. Credono fermamente nelle potenzialità della canapa, una pianta eclettica che non va certamente solo associata ad una sostanza stupefacente. Credono fermamente nell’importanza del ritorno della canapa in Alto Adige e nella costruzione di un’intera filiera di trasformazione locale. Vogliono legarsi al passato, quando in Alto Adige – e nel resto d’Italia – c’erano ampi campi di canapa, nella totale legalità. Così i due pionieri fondano Ecopassion cercando di utilizzare la canapa in ogni sua parte, non solo sfruttandone la parte interna allo stelo, il canapulo, per l’edilizia, ma anche per sperimentare tutti i suoi mille usi.
Leggi tutta la storia: http://www.suedtirol.info/storiedavivere/canapa
Scopri altre storie dall’Alto Adige/Südtirol: http://www.suedtirol.info/storiedavivere